mercoledì , ottobre 27 2021
Home / Vini rossi / I migliori vini rossi da accompagnare ai salumi

I migliori vini rossi da accompagnare ai salumi

Proporre dei piatti di salumi come antipasto ai propri ospiti è una consuetudine molto diffusa, specialmente per aprire dei pranzi e delle cene piuttosto succulenti, ad esempio in occasione delle festività. Tuttavia, se si ha intenzione di preparare qualcosa di speciale o di alternativo è necessario essere molto attenti, in caso contrario si rischia di essere banali. Il trucco è prestare particolare attenzione alla scelta della materia prima migliore, e dei vini perfetti per abbinamenti ottimali. Infatti, potrebbe sembrare semplice scegliere il vino per un piatto di salumi, ma non è così, esistono svariate possibilità di scelta, ognuna della quale potrebbe risaltare le caratteristiche dei salumi. Coccolare il palato dei commensali significa iniziare già con i salumi un vero e proprio viaggio enogastronomico nell’eccellenza. Cosa abbinare dunque con salumi come coppa, prosciutto cotto o crudo?

Consigli per la scelta del vino

Come sopra anticipato, ogni salume richiede un vino particolare, o meglio, una categoria di vini. Tuttavia, proponendo un piatto misto di salumi, è meglio trovare del vino che possa adattarsi ad un piatto misto. Per far ciò, bisogna considerare le due categorie differenti di salumi: i prodotti salati (ovvero i salumi realizzati con intere parti o gruppi muscolari, come ad esempio il prosciutto crudo e la coppa); e gli insaccati, che possono essere freschi o stagionati. Gli insaccati sono ottenuti macinando carni magre assieme a grasso e spezie, e poi inseriti in un budello artificiale o naturale. In base a questa divisione, è possibile individuare il vino perfetto individuando il sapore predominante nell’antipasto. Ad esempio, se i sapori principali sono salati, è preferibile orientarsi verso vini poco tannici e poco strutturati, dal sapore fresco e fruttato. Al contrario, per i salumi grassi, è meglio scegliere dei vini più allappanti e astringenti. Se non si è esperti del settore è sempre consigliabile chiedere un consiglio in modo da creare l’abbinamento perfetto per ogni evenienza.

Il vino per il prosciutto

Uno dei salumi maggiormente utilizzati per creare antipasti perfetti è sicuramente il prosciutto. Anche in questo caso potrebbe essere difficile scegliere in concreto per quale vino optare. Ad ogni modo, la scelta del vino per accompagnare delle gustose fette di prosciutto è differente a seconda del tipo di prosciutto. È la tipologia del prosciutto, infatti, ad incidere sulla decisione. Per quello crudo, bisogna trovare l’accompagnamento ideale a seconda della dolcezza e della sapidità del salume, nonché della stagionatura. Un chianti, ad esempio, classico vino non troppo pesante ed aromatico, è l’ideale per un prodotto poco stagionato, così come un pinot nero. Invece, un crudo più stagionato, e quindi con una sapidità maggiore, consente di azzardare con vini più robusti, come una malvasia dell’Emilia Romagna, ad esempio. Viceversa, per quanto concerne il prosciutto cotto, questo particolare salume, anch’esso particolarmente apprezzato, richiede un vino rosso frizzante, come ad esempio il lambrusco o un altro tipo non troppo robusto. Se invece si ha intenzione di servire una tipologia particolare, come ad esempio il cotto affumicato, il matrimonio perfetto è un vino aromatico e dal profumo intenso, ad esempio un ottimo refosco dal colore rubino intenso.

Check Also

Gli effetti del vino “pulito” sulla pelle

Il movimento “clean” entra anche nel mondo dell’industria vinicola. Ma cos’è il movimento “clean”? E ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *