martedì , giugno 22 2021
Home / Vini bianchi / I migliori vini campani
vini campani

I migliori vini campani

La generosa terra della Campania offre un’ampia varietà di vini deliziosi da consumare da soli o in compagnia. Eccone le principali categorie, tutte da scoprire ed assaporare.

Vini tipici campani

Il successo dei vini tipici campani è collegabile maggiormente alla scelta di questa calorosa regione di puntare su vitigni autoctoni: identificandosi in questo modo come una produzione localizzata e strettamente legata al territorio che riesce ad esprimere tramite il gusto del vino prodotto, tutta la passione e la dedizione per questo tipo di coltura.
I vini della tradizione campana sono denominati con la sigla IGT (Indicazione Geografica Tipica), tra i quali possiamo trovare i nomi dei vini: Colli di Salerno, Terre del Volturno, Epomeo, Dugenta e Pompeiano; tutti nomi di identificazioni geografiche che hanno fatto la storia della tradizione vinicola della regione Campania, e che continuano ad oggi a soddisfare anche i palati più esigenti.

Vini rossi campani

I vini dal colore rubino di produzione campana hanno un sapore forte e deciso, che può declinarsi con note più o meno aspre e forti a seconda dell’origine del vitigno.
Uno dei più rinomati tra i vini rossi della trazione campana è il Taurasi, il quale prende il nome dalla città nella quale questo gustoso vino trova la sua origine; nonostante goda di una certa fama però, il Taurasi non è un vino dalla tradizione antica, viene infatti denominato DOC nel 1970, ed in seguito DOCG nel 1991, configurandosi come una delle eccellenze campane.
Il Barbera Castel San Lorenzo è un vino dal sapore in grado di cambiare profondamente se invecchiato: si presenta acidulo e aspro da giovane, mentre invecchiato muta in vellutato e corposo.

Vini bianchi campani

La produzione di vini bianchi in Campania è nettamente sviluppata, questi infatti sono anche i vini che più si sposano con l’alimentazione mediterranea del luogo, che prevede la consumazione di abbondanti ortaggi e pesce; questi cibi sono perfetti difatti se accompagnati da un buon bicchiere di vino bianco campano, che saprà esaltarne al meglio le caratteristiche e le particolarità culinarie.
Il vino bianco più famoso è probabilmente il Greco di Tufo, che ha ricevuto il nobile riconoscimento della Denominazione di Origine Controllata e Garantita nell’anno del 2003. Questo prezioso vino prende vita da vitigni autoctoni presenti nella provincia di Avellino; è inoltre altamente versatile poiché può accompagnare piatti dal sapore di mare ma anche di terra, a seconda delle occasioni e del suo tempo id invecchiamento. Un altro vino che gode della denominazione DOCG è il Fiano di Avellino, coltivato a poca distanza dal Greco di Tufo appena visto.

Check Also

Gli effetti del vino “pulito” sulla pelle

Il movimento “clean” entra anche nel mondo dell’industria vinicola. Ma cos’è il movimento “clean”? E ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *