venerdì , maggio 29 2020
Home / Enoturismo / 5 destinazioni europee da non perdere per gli amanti del vino

5 destinazioni europee da non perdere per gli amanti del vino

Viaggiare è una passione, ma lo è anche degustare del buon vino: e allora cosa c’è di meglio che unire questi due amori, e regalarsi un viaggio alla scoperta di terre che hanno fatto della viticultura una ragione di vita?

Andiamo a scoprire 5 mete che un amante del vino non può proprio perdere.

Langhe (Italia)

Quando si dice Langhe, è automatico pensare al Barolo, il vino più celebre della zona e che prende nome dall’omonimo borgo. Ma questo affascinante spaccato di Piemonte ha molto più da offrire, e molti altri vini: una visita può partire proprio da Barolo, per poi andare alla scoperta di altre primizie vinicole come il Dolcetto d’Alba, il Nebbiolo, il Barbaresco e il Barbera, ma anche prodotti gastronomici come il celebre tartufo d’Alba e bellissimi borghi sormontanti da castelli antichi.

Toscana (Italia)

Non si può parlare di vino, in Italia, senza nominare automaticamente la Toscana, che è patria di alcune delle etichette più celebri del mondo. La zona che un amante del vino non può assolutamente perdere è quella nota come il triangolo del rosso: Montalcino con il suo Brunello, Chianti e Bolegheri con il Sassicaia, sono un vero e proprio elogio alla cultura antichissima della produzione vitivinicola.

Pantelleria (Italia)

Un’isola così piccola, un patrimonio enologico così grande: la bella Pantelleria, sperduta nel mare tra la Sicilia e la Tunisia, è una produttrice di vino incredibile. Proprio qui, nell’aria che sa di salsedine, nascono, infatti, due etichette pregiate, il Moscato e il Passito di Pantelleria, al 100% realizzati dal vitigno di uve zibibbo, introdotto dagli arabi durante la loro dominazione dell’isola.

Champagne -Ardenne (Francia)

Oltre le Alpi si trova, nei pressi di Parigi, la patria delle bollicine per eccellenza: è la regione dello Champagne, dove si produce il vino più usato per festeggiare le grandi occasioni. Un viaggio qui vuol dire visitare le sedi dei principali produttori di champagne, scoprire le realtà affascinanti dei piccoli produttori artigianali, ma anche scoprire meraviglie architettoniche come la Cattedrale di Nôtre-Dame di Reims e visitare la tomba di Dom Pierre Pérignon, considerato l’inventore dello champagne.

Jerez de la Frontera (Spagna)

L’Andalusia ha il primato di produrre un vino unico al mondo, che esiste solo qui: è lo sherry, che nasce con un procedimento particolare, si accompagna alle tapas e può essere molto secco, fino, o molto dolce se prodotto con uve passite. Le visite alle cantine sono molto affascinanti, ma tutto il soggiorno è interessante, poiché Jerez è anche la patria del flamenco e dell’equitazione, con la Real Escuela Andaluza del Arte Equestre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *