martedì , giugno 22 2021
Home / Curiosità / I prodotti enogastronomici italiani più copiati al mondo
I prodotti enogastronomici italiani più copiati al mondo

I prodotti enogastronomici italiani più copiati al mondo

La cucina italiana, coi suoi pregiati prodotti enogastronomici, è davvero molto apprezzata al mondo, tanto che numerose aziende si sono impegnate nel copiare i prodotti enogastronomici del nostro paese per rivenderli sui mercati esteri. 

Il fenomeno prende il nome di “Italian Suonding” e continua a sottrarre importanti quote economiche al mercato del made in Italy. È ampiamente diffuso negli Stati Uniti e in Canada, ma anche nei paesi dell’America Latina e in quelli del Sud Est Asiatico, per non parlare poi del mercato russo, che annovera diverse di queste imitazioni, e di quello europeo. 

Se da un lato, è possibile sostenere che la presenza di queste imitazioni contribuisca a diffondere la cultura culinaria italiana e che susciti la curiosità verso la stessa, curiosità che sfocerà, prima o poi, nell’acquisto di prodotti autentici; dall’altro è impossibile non pensare che l’Italian Sounding diffonda prodotti che, talvolta, non hanno nulla a che fare col sapore originale e che impedisca al denaro di entrare nelle casse italiane. Vediamo, a questo proposito, quali sono i prodotti più copiati e a che regioni appartengono.

I vini italiani copiati nel mondo

Tra i prodotti che rendono famosa l’Italia ci sono i vini, non stupisce, quindi, che essi siano copiati da diverse aziende, che cercano invano di emularne gusto e successo. 

Tra i vini più copiati troviamo il Barbera Doc e Docg, originario del Piemonte; il Chianti Classico, un vero e proprio simbolo culinario della regione Toscana; il Prosecco Dop, tipico vino Veneto

Pasta e pizza

Sono questi i due alimenti italiani che si adattano, a differenza del vino, a tutti i palati; per questo sono i più amati all’estero, e anche i più taroccati. 

Non mancano, infatti, le imitazioni della pizza e della pasta per la pizza, che si trovano in quasi tutti i supermercati esteri e che hanno ben poco da condividere con la tradizionale pizza nostrana. Mentre, per quanto riguarda la pasta, la varietà più imitata è quella delle penne rigate, che vengono vendute sotto il nome di “pennoni rigate” in almeno 25 paesi, tra cui Emirati Arabi e Gabon.

I formaggi più imitati

L’arte della contraffazione alimentare non risparmia nemmeno i formaggi. Tra i più copiati al mondo si trovano la Mozzarella di Bufala Campana Dop, il Pecorino Romano Dop, il Grana Padano, il Gorgonzola Dop, la Fontina Dop, il Parmigiano Reggiano Dop e l’Asiago Dop. 

Check Also

I vini italiani più amati all’estero

Il prodotto made in Italy, da sempre, esercita un certo fascino all’estero e, in particolare, ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *