mercoledì , ottobre 27 2021
Home / Curiosità / Il successo del vino in scatola con le bag in box
vino bio in scatola

Il successo del vino in scatola con le bag in box

Le bag in box sono contenitori di bevande molto utilizzate soprattutto per il vino: in questo articolo ne approfondiremo la struttura e vi spiegheremo perché conviene acquistare il vino sfuso grazie a questo innovativo formato.

Il vino e le bag in box

Le bag in box sono dei recipienti che hanno la funzione di contenere bevande e alimenti, purché siano allo stato semiliquido.

Ormai esistono molti operatori vinicoli che grazie alle bag in box hanno commercializzato la bevanda alcolica, sfruttando il fatto che questo particolare e innovativo packaging permette di conservare a lungo le qualità organolettiche del vino, nonché di immagazzinarne grandi quantità.

La tipica forma rettangolare delle scatole fa si che possano essere impilate in spazi minimi senza nessun problema.

Ma passiamo alla composizione delle bag in box.

La bag, ovvero una sacca di plastica di varia capacità (esistono sul mercato formati da 10 litri), e dal box, ovvero un contenitore rigido in cartone che è integrato da una valvola-rubinetto, per versare il vino nel bicchiere o, per i più romantici e tradizionalisti, all’interno di bottiglie di vetro.

Perché il vino in scatola non si ossida

La struttura della bag in box è pensata appositamente per la conservazione delle bevande, mantenendo intatte le proprietà organolettiche e le qualità originarie.

Questo è il motivo per cui le bag in box vengono utilizzate come contenitori per il vino, di ogni tipo e provenienza: la sacca di plastica interna infatti, nel momento in cui si svuota non consente il passaggio dell’aria e così si evita il processo di ossidazione del vino.

Questo grazie alle modalità di lavorazione dei contenitori: quando il sacco infatti viene colmato col vino, si fa in modo che all’interno delle bag non entri l’ossigeno che altrimenti rovinerebbe la qualità della bevanda alcolica.

Come e quanto si conserva il vino sfuso

Per quanto tempo si conserva il vino sfuso nelle bag box? Innanzitutto bisogna dire che il tempo di conservazione del vino in scatola dipende dalla tipologia di bevanda.

Ecco i tempi di conservazione del vino in scatola chiusa:

  • fino ai 12 mesi per il vino rosso;
  • fino a 4 mesi per il vino bianco.

Invece i tempi di conservazione del vino a scatola aperta sono dalle 3 alle 4 settimane, periodo oltre il quale il vino si inizia a ossidare peggiorando le proprie qualità organolettiche.

I vantaggi di comprare vino in scatola

Acquistare il vino in scatola è un’esperienza diversa che merita di essere provata.

Nonostante i dubbi e la diffidenza che si possono avere su questa nuova modalità di consumo del vino, è evidente che ci siano grandi vantaggi che non possono essere nascosti.

Il primo vantaggio di acquistare vino in bag in box consente al consumatore di ordinare in qualsiasi momento un vino di alta qualità proveniente da ogni parte d’Italia: da un buon toscano al barolo piemontese, sino a uno squisito vino biologico in bag in box.

Una soluzione adatta a ogni occasione, visto che spesso non riusciamo a trovare il vino desiderato o adatto all’occasione nell’enoteca di fiducia: ordina del buon vino in bag box ed eviterai ogni incertezza.

Grazie al lungo periodo di conservazione, potrai farne ampie scorte!

Check Also

Il vino sostenibile: cos’è e come si ottiene la certificazione

Con la recente approvazione del decreto l’Italia diventa il primo paese europeo a introdurre la ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *