lunedì , dicembre 18 2017
Home / Ricette / Vin brulè: la ricetta originale
vin brulè

Vin brulè: la ricetta originale

Vediamo insieme come preparare la ricetta originale di una bevanda tipica pimontese e perfetta per il periodo natalizio, facile e buonissima da preparare in pochissimo tempo: il vin brulè.
Non tutti sanno che questa squisitezza nasce forse nel medioevo, in periodi antichissimi, probabilmente grazie alla bravura di alcuni frati, esperti massimi nella creazione di bevande alcoliche e composti a base di pregiate e profumatissime spezie.
Venne subito riconosciuto come un forte rimedio naturale per il raffreddore e un ottimo modo per riscaldarsi. Ovviamente, in poco tempo questa dolce bevanda iniziò a diffondersi nelle Alpi, fino ad arrivare ai paesi più glaciali e poi in tutto il mondo!
L’uso di questa bevanda per accompagnare le serate più fredde (e magari davanti ad un caldo camino) non è mai passato di moda, ma sappiamo tutti che questa non è solo qualcosa da sorseggiare per tranquille serate montanare, ma ormai è sinonimo di festa.
Difatti, non è difficile trovare il famoso Vin brulé in occasioni più formali, magari preparato con i più pregiati e lussuosi Pinot bianco e Chardonnay, con l’aggiunta di agrumi freschissimi e profumi di qualche giardino esclusivo.
Ma vi assicuro che anche quello che prepareremo noi adesso non sarà da meno, basterà scegliere con cura i nostri ingredienti facilmente reperibili, la frutta di stagione lo renderanno perfetto.

Per ottenere del vin brulé seguendo la classica ricetta originale dobbiamo iniziare con il grattugiare delicatamente una arancia non trattata evitando di prendere anche la “parte bianca” ,che renderebbe il liquido più aspro.
Dopo, abbiamo bisogno di mettere insieme in una pentola (consigliato è l’utilizzo di una pentola d’acciaio NON antiaderente) tutte le spezie da utilizzare e lo zucchero misurato da noi in precedenza.
In ultimo aggiungiamo il nostro vino rosso, bello corposo.
Poggiate la pentola sul fuoco, ovviamente lento e portate in ebollizione assicurandovi che lo zucchero si sciolga completamente.
Fate cuocere il composto per circa venti minuti, girandolo di tanto in tanto, senza far arrivare il composto a bollire.
Successivamente, filtrate il succo con un colino e versatelo in bicchieri o tazze (vetro temperato o ceramica), ovviamente adatte per l’uso.
Bicchieri di vetro sono caldamente sconsigliati, visto che potrebbero rompersi o scheggiarsi e far male chi sta cucinando o sorseggiando il vino.
Decorate con fili di scorze di agrumi a vostra scelta o bastoncini di cannella, che esalteranno il profumo di questa squisita bevanda da servire assolutamente calda.

Questo composto può essere conservato in frigorifero per circa due o tre giorni massimo, ovviamente prima di servirla bisogna metterlo a riscaldare in un pentolino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *